La Storia di Palazzo Corso Umberto

...Pillole di storia...

 

Palazzo Corso Umberto nasce quasi per caso da una chiacchierata tra Rosanna e Federico, imprenditori locali del settore alberghiero e un giovane rampante architetto dell’area Matesina, Luca Romano.

Rosanna ha sempre sognato di realizzare un B&B nel suo paese di adozione, nata e cresciuta a Campitello Matese, ma sin da bambina grande frequentatrice di Bojano, sia per dovere scolastico, sia per amicizie.

Alla ricerca ormai da un po’ di una struttura da dedicare all’ospitalità, chiede informazioni a Luca per alcuni fabbricati, ma nessuno ha entusiasmato gli animi dei protagonisti del progetto.

Una tiepida mattina autunnale, Luca chiede a Rosanna e Federico di andare a visitare un palazzo storico di proprietà della mamma situato nel cosiddetto “Vico per Dentro”.

"A prima vista non sono rimasta entusiasta - ci rivela Rosanna - il palazzo era ben tenuto, curato, con una ricca collezione di mobili antichi, ma cercavo qualcosa di già definito e, sicuramente, la mia visione non era quella dell’architetto che, forte della sua professionalità, già vedeva la realizzazione finita. Era una data numerica importante per me il giorno dell’incontro, allora decisi di scommeterci sopra e di gettarmi  a capofitto nella realizzazione".

Iniziammo così a buttare giù un po’ di idee, l’architetto schizzava su un foglio e un altro le varie ipotesi, fino a quando tutto si delineò nella nascita del B&B Palazzo Corso Umberto, il cui nome deriva dalla strada che costeggia l’ingresso principale.

Il Palazzo, del 1740, era la casa patriarcale del noto vetrinario Mariano Colalillo. E’ composto da due piani: il piano terra con ingresso imponente su un passaggio coperto e illuminato dove spiccano foto storiche, aprendosi  su una corte d’altri tempi, dove un lavatoio fa da padrone con portoncini che danno un’atmosfera surreale e fanno da cornice ad un ambiente che si presta per sfilate, mostre fotografiche, presentazioni di libri… proprio una vera boutique dell’ospitalità.

Una scala imponente, formata da alti gradini storici, accompagnano al primo piano dove ad accoglierVi ci sarà un verde angolo naturale che domina l’ingresso restaurato, ma rimasto immutato, in tutti i suoi particolari.

Ed ecco a Voi l’anima pulsante del palazzo!

Cinque camere, designate con i punti cardini del nostro Bel Paese (Matese, Civita, Sant’Egidio, Biferno e Callora) completamente restaurate su un caldo parquet, ognuna con balconcino con vista sulla corte principale e sul vicoletto del Corso. L’arredamento è stato studiato in modo distinto e singolare, lavorato da un piccolo artigiano. Predominano le tonalità chiare ma calde, dando spazio all'escusività, all’illuminazione, ad uno schermo Tv Sky, Wi-Fi, studiando ogni dettaglio anche in bagno per darvi il massimo del comfort.

Piccoli mobili storici del palazzo, arricchiscono la graziosa reception che collega le camere alla sala living "Campitello Matese", un open space per rilassarsi, bere una buona tisana o un rum invecchiato, ascoltare musica, suonare il “vecchio” piano di corte, vedere la tv, collegarsi con il mondo virtuale, fare colazione ad orario illimitato e, se fuori fa freddo, il caminetto vi riscalderà.

A valorizzare questa sala, l’ingresso a vista sulla cucina; un ambiente grande perché riteniamo che la prima colazione... è un’emozione da vivere!

Portiamo  sul vostro tavolo i nostri prodotti, quelli di un territorio genuino, ricco di materie prime lavorate da noi con passione: dall’acqua del Biferno, al latte, lo yogurt e i formaggi dei nostri pascoli, passando per le confetture e il miele dei nostri contadini, le uova, i salumi, il pane ed i dolci fragranti preparati ogni mattina da noi, dove un profumo di casa si trasmette dall’odore al sapore.

Anche il caffè sarà Molisano… si, ma a Palazzo Corso Umberto, come nelle case della nonna, la vecchia caffettiera napoletana sbufferà per farvi assaporare il connubio perfetto tra acqua e macinato fresco, tra passato e presente…

A chiudere quest’angolo di Paradiso una terrazza si affaccia sulla Piazza Principale di Bojano “Piazza Roma”, da sempre riferimento del nostro paese, punto d’incontro di grandi e piccini, snodo commerciale di attività ludico ricreative e religiose.

Un dehor arredato con gusto, domina una Bojano a quattro stagioni, dove ognuna di esse si presenta con colori, profumi e suoni diversi.

L'ospitalità... la nostra passione...

Rosanna e Federico